Archivi categoria: Airshow

AIR 14 Payerne (parte 1)

Photogallery dell’airshow
Parte 2
Parte 3

Quest’anno le Forze Aeree Svizzere hanno festeggiato il loro 100° Anniversario con un grosso airshow sulla base aerea di Payerne, Canton Vaud, diviso in 2 weekend. Nonostante tutta una serie di sfortune (compreso il crash di un hard disk, fortunatamente avevo backuppato tutto!), ecco il mio report del primo weekend.
Purtroppo, a causa delle normative di sicurezza, molti display erano troppo distanti per i 300 mm del mio teleobiettivo… Aggiungete delle condizioni meteo che cambiavano rapidamente, e il gioco è fatto 🙁

Ora sediamoci in prima fila a guardare le foto!

Red Bull era presente con alcuni dei suoi aerei.
Il Lockheed P-38 Lightning è un caccia bimotore a lungo raggio della Seconda Guerra Mondiale. A causa della sua forma caratteristica, i piloti tedeschi lo soprannominarono “der Gabelschwanz-Teufel” (che dovrebbe voler dire qualcosa come “diavolo a 2 code”).

Vought F4U Corsair

North American B-25 Mitchell

Per finire, Red Bull ha mostrato il suo elicottero MBB Bo-105. A differenza di quasi tutti gli altri elicotteri, il Bo-105 ha il mozzo del rotore rigido (senza cerniere), e questo gli permette di eseguire in credibili manovre acrobatiche! (che sfortunatamente erano troppo lontane per me)

Anche Breitling ha portato alcuni suoi aerei.
Breitling Jet Team

Breitling Wingwalkers

Lockheed Super Constellation

Era possibile visitarlo in mostra statica. Sfortunatamente il cockpit era transennato, e non era possibile avvicinarsi oltre agli strumenti.

Breitling DC-3

Classic Formation, che vola con un Douglas DC-3 e due Beech 18.

Altro aereo di linea storico: Junkers Ju-52

Continuando con gli aerei storici, un Douglas A-1 Skyraider dipinto nella livrea che indossò in servizio francese durante la Guerra di Corea. Lo Skyraider è un grosso aereo d’attacco monomotore imbarcato su portaerei (si può considerare un antenato dell’A-10) progettato verso la fine della Seconda Guerra Mondiale. Non fece in tempo ad entrare in servizio, ma servì nella Guerra di Corea e persino in quella del Viet Nam, dove veniva usato come aereo di scorta per gli elicotteri da soccorso.

Notate la sharkmouth sul serbatoio sganciabile!

Yakovlev Yak-3

North American P-51 Mustang.

Nella statica era possibile vedere questo Comte AC-4, un biposto da turismo e addestramento costruito dal pioniere svizzero dell’aviazione Alfred Comte.

C’era anche questo interessante North American OV-10 Bronco, un aereo da attacco leggero e ricognizione usato in Viet Nam. Caratteristica inusuale per un aereo simile, ha un piccolo vano di carico tra i 2 travi di coda, dove è possibile mettere piccoli carichi, barelle o persino paracadutisti! Oggi questo vano di carico viene usato spesso dai fotografi aria-aria.

Passiamo agli aerei moderni!
La Royal Canadian Air Force ha inviato 2 CF-18 Hornet. Erano inizialmente previsti dal programma, per poi essere annullati. È stata quindi una sorpresa vedere che 2 di loro sono stati distaccati dal rischieramento in Romania per partecipare alla statica.

La Luftwaffe tedesca ha mandato un bombardiere Panavia Tornado IDS.

L’Aeronautica Austriaca ha mandato un Typhoon, permettendomi di completare la “collezione di figurine” dei Typhoon europei!

Sempre dall’Austria quest’elicottero da trasporto Sikorsky S-70 Black Hawk in configurazione da lungo raggio, con 2 serbatoi sganciabili.

Parte 2